Scarica Film Mery Per Sempre

Scarica Film Mery Per Sempre  film mery per sempre

*IOR.(HDp)* Scaricare Mery per sempre Streaming Italiano Gratis. =Film Mery per sempre Completo HD (ITALIANO). streaming italiano - cineblog lifeYour​. Mery per sempre Streaming ITA Film Completo in Italiano è Gratis. Trovare Mery per sempre in risoluzione HD, Scaricare Mery per sempre in lingua​. Valutazione film 3, Un film di Marco Risi. Con Michele Placido, Claudio Amendola, Francesco Benigno, Alessandro Di Sanzo, Roberto Mariano. continua​». Un film di Marco Risi con Michele Placido, Claudio Amendola, Francesco Benigno, Alessandra Di Sanzo. Marco è un coraggioso professore di lettere che accetta l'ingrato compito di insegnare nel riformatorio Malaspina di Palermo Il carcere minorile si.

Nome: film mery per sempre
Formato:Fichier D’archive (Film)
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 31.48 Megabytes

Condividi In attesa di una sistemazione definitiva presso un liceo siciliano, il professor Marco Terzi, trasferito dal Nord, accetta l'incarico di insegnare nel carcere minorile "Malaspina" di Palermo. Spesso osteggiato dalla direzione e inviso alle guardie, Terzi tenta di impartire le sue lezioni ad un gruppo di ragazzi turbolenti, tra i quali spiccano Pietro, analfabeta e scippatore; Natale, il più violento del gruppo con il coltello sempre alla mano; Mery, un travestito diciassettenne rifiutato dalla sua famiglia che si trova al "Malaspina" per aver gravemente ferito un cliente occasionale; Claudio, poco più che adolescente, insidiato dal compagno Carmelo e poi bollato da tutti come spione; Antonio che, essendo diventato padre, andrà in permesso con il professore a dare un'occhiata al rampollo in un ospedale parlermitano.

La vita quotidiana, le difficili lezioni, le punizioni inflitte dalle guardie ai più recalcitranti, l'atmosfera di disperazione e di amarezza che sembra gravare su tutto e tutti, inchioderanno anche il coraggioso docente. Pietro, appena evaso, muore quasi subito in una rapina effettuata con una pistola giocattolo. Terzi spera che l'evento colpisca per la sua tragica assurdità quei ragazzi a cui si è dedicato con tanta abnegazione e che ormai gli sono affezionati.

Seguono Antonio, Matteo, Giovanni detto "King Kong" , il giovanissimo Claudio, Pietro - recidivo, catturato dopo un inseguimento - ed infine "Mery", un efebico detestato dai familiari e che pratica la prostituzione, il quale ferisce un suo cliente marpione. Poco alla volta, il professore riesce a conquistare tutti i ragazzi, sia sul piano didattico che umano, mitigando persino l'arroganza di Natale che il comportamento esuberante nonché molesto di "Mery", qui in maniera alquanto teatrale.

Purtroppo alcuni episodi turbano l'equilibrio creatosi: la fuga di Pietro ed il trasferimento di Claudio in un altro istituto, ribellatosi alle molestie di Carmelo.

Il primo trova rifugio a casa del protagonista, per restare ferito gravemente in un tentativo di rapina e morire accanto al docente.

Sconvolto egli si presenta nella camerata dei giovani detenuti, divenuti ultimamente ostili, ritenendolo responsabile dell'atmosfera repressiva creatasi nel carcere. Parlando loro della fine pietosa del loro compagno, riacquista la loro fiducia.

Giunge un giorno la lettera di trasferimento in una scuola superiore ma egli la straccia davanti ai suoi alunni che sorridono risollevati: il suo posto è ormai quello. Contribuisci a migliorarla integrando se possibile le informazioni all'interno dei paragrafi della voce e rimuovendo quelle inappropriate.

Buona parte dei ragazzi erano realmente detenuti o in regime di semilibertà.

Il regista avrebbe voluto il giovane Francesco Benigno, qui interprete del duro Natale, per il ruolo di Pietro, interpretato da Amendola. Il film ha avuto anche un seguito in Ragazzi Fuori del Traccia Tematica Il carcere minorile è un'istituzione assolutamente inadeguata a realizzare la finalità del recupero dei reclusi che ospita, anzi, la brutalità delle guardie, l'assurdità dei regolamenti e il sostanziale disinteresse del paternalistico direttore non fanno che rinforzare nei giovani detenuti quella cultura della violenza e dell'omertà nella quale sono cresciuti.

La stessa immagine che il film propone della degradata società esterna offre una spiegazione dell'ineluttabilità del destino di devianza di questi infelici se escono dalla prigione è quasi sempre per tornarci.

Prigionieri di un arcaico codice d'onore, che si collega al modello mafioso, ignoranti, se non addirittura analfabeti, esprimono sfiducia nello stato e nelle autorità , diventando essi stessi complici della spirale che li travolge.

Il professor Terzi incarna la coscienza democratica e la passione civile che ha ancora la forza di indignarsi e di reagire.

Non è con la trasmissione delle conoscenze che riesce a far breccia nel compatto muro del rifiuto, ma comunicando ai ragazzi la sua sincera solidarietà e la sua umana partecipazione nei loro confronti. Terzi ne conquista la fiducia perché essi comprendono che nel professore hanno trovato l'unico riferimento positivo in grado di comprenderli e di aiutarli.

Probabilmente non si convertiranno alle regole della legalità e rimarranno vittime della subcultura delinquenziale che domina nel carcere ma forse l'albero che chiude il film potrà dare qualche frutto.